Ci fosse ancora un nascondiglio.2

Il nascondiglio é liscio

il nascondiglio é fresco

 

il nascondiglio é nei prima

e ancora prima

è nei dopo

negli altrove

negli sguardi altri

di altre stagioni

 

quando gli spazi vuoti

diventeranno solo spazio

ed i silenzi

racconteranno altro.

 

Annunci

Una linea rossa

Non c’è più cuore adesso

solo, distante, una linea rossa

sul lenzuolo del cielo.

 

Nel silenzio di un ultimo bacio

nel vuoto della stanza

 

non c’è più cuore adesso

non c’è più sangue.

tramonto fiorella

Di questo tempo vellutato

Lasciaci ancora qualche sorso

di questo tempo vellutato

le chiacchiere di quest’ora

la coda che dondola.

 

Lasciaci un filo d’ombra ancora

mentre inganniamo l’attesa della pioggia

fianco a fianco

come sempre.

 

Senti, è tornato

della sera il vento.

 

Fino al cielo (a Stromboli)

Dalle profondità trasparenti

(del tuo sguardo)

emersi

con la pelle azzurra

 

costeggiai

declivi e rive

(del tuo sorriso)

spumeggianti

col sole sul collo

 

nel vento

(del tuo respiro)

con petali

splendenti

tra i capelli

salii

 

con le ali in petto

frementi

scalai la roccia

dei tuoi fianchi

fino al fuoco

(della tua bocca)

 

avvolta nel mantello

(del tuo abbraccio)

con le vene

fiammeggianti

fino al cielo

(racconterò, di te).

 

Eppure, dolcemente

Nulla, oltre alle attese

come grani di rosario fin dal mattino in una tasca

nei passi lenti eppure vivi

a v a n z o

conto

s e g r e t a m e n t e.

 

Nulla, oltre le porte chiuse

dentro ai silenzi

ho imparato come un riso

i r r i v e r e n t e.

 

Nulla, oltre a questa sera:

al profumo dei tigli

alla pioggia leggera.

 

Di questi giorni

Di questi giorni tempestosi

scroscianti

di turbinii di venti

di raggi di luce intravisti

dentro oscurità cangianti

 

a  s c o r r e r e

gli abbandoni

ormai incolori

 

cercando l’oblìo

dentro al nuovo nascondiglio

dove già so che arriverai.